Muay Thai, la boxe dei re del Siam (2012)

Racconto

Se un tempo anche i re del Siam (approfondisci qui) imparavano la Muay Boran (มวยคาดเชือก), divenuta oggi Muay Thai (o Thai Boxe), e la pratica serviva a elevare il proprio rango, oggi questo stile di combattimento ha una posizione sociale ben diversa, non particolarmente amata dalla crescente classe borghese.
Perdendo il metodo di allenamento tradizionale, la Muay Thai divenne uno sport da combattimento lasciato alle classi sociali più povere.

I bambini fisicamente più prestanti a circa 9 anni, o quando raggiungono un peso di 30, 35 kg, sono affidati a dei campi di addestramento. In questi luoghi spesso vivono e si addestrano 6 giorni a settimana per 8 ore al giorno.
Per questi piccoli combattenti tale sport, nel quale si può colpire l’avversario con pugni, stinchi, gomiti e ginocchia, è un momento ludico che però non conosce giorno di riposo.
Per i ragazzi della Muay Thai questo non è un hobby, come potrebbe essere mediamente per un occidentale, ma un lavoro faticoso. Chi lo pratica davvero lo fa per avere la possibilità di inviare denaro alle proprie famiglie. Gli allenatori dei giovani combattenti vivono sotto la pressione di manager che investono denaro, bramosi di mandare i giovani sul ring. Nel giro di pochi anni i thai boxer, indipendentemente se più o meno portati, si ritrovano a combattere per la soddisfazione degli scommettitori, che sono il vero motivo odierno dell’esistenza della thai boxe in Thailandia.

Il percorso di un pugile thailandese finisce intorno ai 25 anni. E dopo il lungo periodo di stress psicofisico molti presentano problemi motori.
Alla fine di questa dura carriera questi combattenti non hanno accumulato alcuna gloria o ricchezza. Quando questi guerrieri professionisti smettono di combattere, solo quelli che hanno avuto maggior successo, possono permettersi di avviare una piccola attività.

Tuttavia, nel corso degli ultimi decenni, grazie all’interesse degli occidentali verso questo sport utile per i lotatori dei circuiti di MMA, molti ex thai boxer hanno iniziato una nuova vita come preparatori atletici e nel giro di pochi anni sono riusciti ad aprire palestre di successo in grandi città come Bangkok o in note località turistiche thailandesi. Questo ha anche dato il via agli incontri femminili thailandesi.

Ho passato diversi mesi seguendo gli allenamenti e gli incontri di Muay Thai in giro per il paese e queste foto sono un piccolo resoconto di questa esperienza di vita.

Continua a leggere
Condividi
Commenta con Facebook
Total: