Olga – Storia semplice di una donna anziana (2013)

Puoi visionare le fotografie ascoltando la musica, clicca play nella barra di seguito.

Racconto

Olga era una vecchia signora che, come molti altri, venne isolata da un tipo di società che va troppo di fretta per trovare tempo da dedicare agli anziani.
Al tempo delle fotografie era vedova da 12 anni e viveva in un edificio anonimo nella periferia di Lodi, una piccola città limitrofa a Milano.
La sua quotidianità era caratterizzata da una vita casalinga fatta da momenti rituali e ripetuti nel tempo.
Quando il televisore era spenta Olga parlava spesso da sola, forse per avere un po’ di compagnia. Talvolta esclama con sé stessa in dialetto: “Pover’Olga, te se vegia!”; che significa: “Povera Olga, sei vecchia!“.
Nella sua camera da letto c’era ancora la presenza di Franco, il marito morto all’età di 73 anni a causa di un mieloma.
Olga aveva una mente vivace, considerando la sua età di 84 anni, e ricordava chiaramente un passato che amava raccontare, mostrando vecchie fotografie di amici ormai morti e luoghi che aveva visitato.
Quando riguardava le vecchie fotografie diceva: “Nello spirito non mi sento vecchia, così quando mi guardo nelle fotografie più recenti non mi riconosco …oddio! Ma a volte, quando vedo una vecchia foto del mio matrimonio, vedo l’immagine che ricordo di me“.

Olga Amava la musica di Lucio Dalla e per questo motivo questa galleria fotografica è accompagnata da un suo brano.

Condividi
Commenta con Facebook
Total: