The loneliness of old age

Olga

On this webpage you can see only a preview of the work. If you want to have more informations and see all the photos (30 shots) of this series, please contact me.

Olga is an old lady who, like many others, lives isolated from a society that runs too fast to have time to listen.
Widow from the 2001, lives in an anonymous building on the outskirts of Lodi, a small town close to Milan.
Her days passes at home and they are marked by ritual and repeated moments over the time.
When the TV is off, talks often alone, perhaps to have some company, and sometimes exclaims in dialect: “…pover’Olga, te se vegia!“; that it means “Poor Olga, you are old”.
In her bedroom there’s still the Franco’s bed, the husband dead at age of 73, due to a myeloma.
Olga has a lively mind, considering she is an 84 years woman, and remembers, very clearly, a past that loves to tell, showing old photographs of friends who are died and places she visited.
Regarding the photography says: “In the spirit I do not feel old, so when I look the recent photos of me I can’t recognize me… oh God! But sometimes, when I see an old picture of my marriage, I can see the image of me that I remember“.

 


 

Italian version

In questa pagina puoi vedere solo un’anteprima del lavoro. Se vuoi avere altre informazioni e vedere tutte le fotografie (30 scatti) di questa serie, contattami.

Olga è una vecchia signora che come molti altri è stata isolata da una società che va troppo in fretta per avere il tempo di ascoltare.
Vedova dal 2001, vive in un edificio anonimo alla periferia di Lodi, una piccola città limitrofa a Milano.
I suoi giorni a casa sono caratterizzati da momenti rituali e ripetuti nel tempo.
Quando il televisore è spento parla spesso da sola, forse per avere un po’ di compagnia, e talvolta esclama in dialetto: “… pover’Olga, te se vegia!“; che letteralmente significa: “Povera Olga, sei vecchia!”.
Nella sua camera da letto c’è ancora la presenza di Franco, il marito morto all’età di 73 anni a causa di un mieloma.
Olga ha una mente vivace, considerando che è una donna di 84 anni, e ricorda molto chiaramente un passato che ama raccontare, mostrando vecchie fotografie di amici ormai morti e luoghi che ha visitato.
Per quanto riguarda la fotografia dice: “Nello spirito non mi sento vecchia, così quando mi guardo nelle fotografie più recenti non mi riconosco …oddio! Ma a volte, quando vedo una vecchia foto del mio matrimonio, vedo l’immagine che ricordo di me“.

Year
2010-2013
Location
Lodi (Italy)
Photography
© Valerio Bellone

2019, © Valerio Bellone
All Rights Reserved

Right button is disabled.
Download images is prohibited.